Autore: ATorre

~ 29/09/11

Come vi avevamo anticipato si è tenuta, dal 17 al 21 settembre ad Alba la tanto attesa Summer School del Progetto Interreg Alcotra Peer Education, evento che ha raccolto per alcuni giorni ben 130 peer educators provenienti da differenti realtà e contesti, Imperia, Sanremo e Ventimiglia, Lugano, Verbania, Nizza, Bra ed appunto Alba.

I ragazzi si sono divertiti molto ed hanno lavorato, affiancati da educatori ed esperti, su differenti tematiche quali il mondo del lavoro, la partecipazione attiva, gli stili di vita ed il divertimento, il consumo, ed altre.

I prodotti, video, grafici, teatrali e web li potete già trovare e visionare sul sito W-EER ,ovvero web and peer education, gestito dai nostri colleghi albesi. Uno di questi prodotti grafici è proprio questo be.intelligent ideato e creato dai ragazzi in riposta al “be stupid”, slogan pubblicitario di una nota marca di abbigliamento.

Sullo stesso sito è attivo un forum di discussione, attivato dai ragazzi stessi durante la Summer School, dove è possibile confrontarsi su vari argomenti e temi.

Autore: ATorre

~ 25/02/11

Nei giorni appena trascorsi (16-20 Febbraio 2011) si è svolta la Winter School di Nizza, evento che ha permesso un nuovo incontro dei gruppi di PEER  EDUCATORS (Educatori tra pari) delle zone impegnate nel progetto Interreg-Alcotra con la nostra ASL1 Imperiese, ovvero  Alba-Bra, Verbania, Lugano e appunto Imperia e Nizza.

I ragazzi partecipanti sono stati più di cento, e la nostra delegazione, composta da circa 12 ragazzi, era formata da peer educators del Liceo Socio Psico Pedagogico Amoretti di Sanremo e dall’IIS Ruffini di Imperia.

Dopo le esperienze di Verbania e di Bordighera, queste giornate francesi hanno rinnovato lo spirito di confronto e di reciproca conoscenza delle realtà di PEER EDUCATION presenti sui territori francese, svizzero e italiano.

Cinque diversi atelier sono stati allestiti per consentire ai ragazzi PEER la preparazione di vari interventi presso le classi del Lycee Marie Curie di Mentone, sui temi della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, delle droghe e dipendenze, della cittadinanza attiva e degli stili di vita.

I ragazzi hanno lavorato con estremo impegno e motivazione, superando brillantemente con il sorriso le difficoltà incontrate nel parlare due lingue diverse (italiano e francese).

In queste cinque intense giornate, l’esperienza della Winter School ha sicuramente donato a tutti i partecipanti una più forte consapevolezza del vero significato del ruolo del PEER EDUCATOR, oltreché, ovviamente, un’ottima occasione per divertirsi e fare amicizia, tra le visite in Nizza vecchia, le serate teatrali, i balli tipici e le cene in ottima compagnia.